La Valutazione Ortottica

Valutazione Ortottica

La valutazione ortottica è un esame clinico specialistico che si affianca ed integra la visita oculistica. Essa è affidata alla figura professionale dell’ortottista ed è indicata in tutti i casi di prima visita oculistica pediatrica (per lo più come valutazione ortottica di screening, allo scopo di escludere problematiche asintomatiche ma potenzialmente pericolose per la salute dell’occhio) o in caso di strabismo, visione doppia (diplopia), protrusione del bulbo oculare (esoftalmo), e così via.

La valutazione ortottica completa si compone delle seguenti fasi:

  • Anamnesi: il colloquio preliminare con i genitori è fondamentale, perché permette di individuare patologie e problematiche familiari, eventuali difetti o ritardi durante lo sviluppo del bambino, sintomi e disturbi che hanno portato a richiedere la valutazione ortottica.
  • Autorefrattometria: qualora il paziente sia sufficientemente collaborante verrà effettuata la misurazione della refrazione automatizzata, così da ottenere una base da cui partire per la misurazione della vista. Se il paziente è troppo piccolo, invece, la stessa acquisizione verrà effettuata con autorefrattometro pediatrico, in dotazione presso il nostro stesso centro oculistico.
  • Valutazione del visus: qualora fattibile (a seconda dell’età e della collaborazione del paziente) si valuterà l’acuità visiva tramite ottotipo tradizionale, ottotipo Pesando o con E di Albini, in base alla necessità. Si determinerà così la capacità di visione dell’occhio, con o senza eventuali lenti correttive.
  • Valutazione ortottica: valutazione tramite cui l’ortottista andrà alla ricerca di eventuali strabismi latenti o manifesti con l’ausilio di appositi test, come il cover test per lontano e per vicino. Se individuato, verrà misurata l’entità dello strabismo tramite stecche di prismi.
  • Studio della motilità oculare: l’ortottista effettuerà una valutazione precisa e dettagliata della capacità di movimento degli occhi e della loro capacità di convergere.
  • Senso cromatico: valutazione della capacità di discriminazione dei colori effettuata tramite apposito test (tavole di Ishihara).
  • Stereopsi: valutazione della capacità di discriminazione della profondità di campo, ossia la capacità di percepire la tridimensionalità, effettuata tramite test di Lang II.
  • Redazione del referto e colloquio finale: si spiega ai genitori e/o al paziente quanto riscontrato durante la valutazione ortottica, fornendo delucidazioni soprattutto per quel che concerne l’eventuale terapia o esami da effettuare per chiarire o risolvere il quadro clinico.

Chi Siamo

Studio Medico Oculistico Fazzalari Postorino

Piazza M.Guerrisi, 3

89022 Cittanova RC

Tel. 0966/37 90 07

Cell. 351 603 7599

Copyright © 2021 Studio Medico Oculistico Fazzalari Postorino. P.IVA : 0314822803. Tutti i diritti riservati.